Ricetta Pasta per la pizza – La Pizza Secondo Paolo

farina, pizza fatta in casa
imagine farina

Ricetta Pasta per la pizza – La Pizza Secondo Paolo

Per preparare la pasta per la pizza abbiamo scelto di impastare il tutto a mano, ma se preferite utilizzare l’impastatrice planetaria potrete seguire gli stessi procedimenti, utilizzando il gancio a velocità  1 e sul finale 2 .

Croccante dalla crosta o cornicione, Soffice all’interno come lo chiamano a Napoli, rigonfio, bassa e croccante, alta e morbida. Di pizza ce n’è davvero per tutti i gusti e tutti i palati ! Per questo motivo abbiamo pensato di insegnarvi la ricetta della pasta per la pizza fatta in casa! Una ricetta di base semplice e facile  che si prepara con pochi ingredienti e poi si guarnisce come meglio si crede. Nel tempo abbiamo preparato tantissime versioni di pizza ma quella che ha fatto davvero breccia nei nostri cuori, e siamo sicuri che è così per tutti specialmente per i bimbi, è la Regina di tutte, la pizza Margherita  una rivisitazione tutta calabrese  Siete pronti per mettere le mani in pasta? Oggi scopriamo tutti i segreti per preparare la pasta per la pizza! Wow

Pizza Melanzane e Ricotta – La Pizza Secondo Paolo


Ingredienti per 2 Persone :

  • 400 g di farina con almeno 13g di proteine
  • 260 g di acqua temperatura ambiente
  • 2 g di lievito di birra fresco
  • 11 g di sale

Cominciate versando il lievito nell’acqua tutta a temperatura ambiente (1) e scioglietelo per bene (2); in alternativa potete anche sbriciolare il lievito nella farina oppure chiedete a Cirino, il risultato non cambierà. Se preferite, potete utilizzare 2 g di lievito di birra disidratato. Proseguite versando la farina con almeno 13g di proteine

Poi versate metà della farina  (4) mentre impastate con un cucchiaio (5): la temperatura ideale dell’acqua è di 20°. Lasciamo riposare per circa 10 min la pastella. Aggiungiamo la farina poco per volta in 3 steps, quando abbiamo aggiunto i 3/4 della farina potete aggiungere anche il sale (6)

 continuare ad impastare, fino ad ottenere un composto omogeneo (7). Infine trasferite l’impasto sul piano da lavoro possibilmente in marmo o in acciaio e lavoratelo con le mani (8) fino a che non sarà liscio e omogeneo (9). Ottenuto un bel panetto liscio, lasciatelo riposare sul piano di lavoro per una decina di minuti coprendolo con la ciotola (10). Una volta riposato dategli una piccola piega: immaginate che la sfera sia divisa in 4 parti, prendete l’estremità di ognuna, tiratela delicatamente e ripiegatela verso il centro, infine dategli la forma di una sfera. Trasferite l’impasto così formato in una ciotola, coprite con pellicola trasparente (11) e lasciate lievitare. Per comodità potete mettere la ciotola con tappo , così l’interno raggiungerà la temperatura ideale . I tempi sono approssimativi poiché ogni impasto, la temperatura e le condizioni metereologiche influenzano la lievitazione: mediamente l’impasto dovrebbe impiegare 8 ore a per avere un impasto leggero e fragrante .

Trascorso il tempo della lievitazione, l’impasto sarà bello gonfio (12), quindi trasferitelo sul piano da lavoro (13)  . Se dovesse servirvi, potete infarinare leggermente il piano di lavoro per stendere in teglia  grande ” 30×40 cm ” e cuocere per circa 12 min a 250°

 


Conservazione

Una volta lievitato l’impasto va cotto . Nel caso in cui abbiamo la possibilità di allungare i tempi allunghiamo la lievitazione quindi, coprire la ciotola con il tappo e lasciar maturare in frigorifero per 18/20 ore. Trascorso il tempo sarà sufficiente lasciar acclimatare l’impasto e poi proseguire come da ricetta.
La pasta per la pizza una volta lievitata non può essere congelata,  ve lo consiglio vivamente.
Non date ascolto a chi preferisce congelare la pizza Cruda o semi cotta !!


Qualche informazione in più

 La lettera W sta ad indicare la percentuale di proteine presenti nella farina. Un valore basso corrisponde ad una farina debole, in genere le più indicate per i dolci, invece un alto valore favorisce gli impasti lievitati perché più ricco di glutine. in questo caso 13 proteine corrisponde più . meno ad una farina W260 Cos’è il glutine? In sintesi è una proteina che si sviluppa impastando acqua e farina e ha proprietà elasticizzanti.


Consigli per i Condimenti

I condimenti possono essere sempre sostituite tra loro ma le dosi cambieranno di volta in volta, per questo motivo è importantissimo assicurarsi che la consistenza sia simile a quella ottenuta nelle foto. Se desiderate, potete seguire le nostre ricette Di Terra, Di Mare e Vegan

Consigli per la Cottura

Per la cottura della pasta per la pizza ricordiamo che non c’è una regola fissa, perciò è opportuno seguire la ricetta di riferimento. In linea di massima è opportuno pre riscaldare  il forno che dovrà essere molto caldo prima di infornare la pizza, una temperatura ideale per il forno di casa è di 250° se arriva ai 270° meglio !!i tempi variano a seconda della temperatura. buona pizza 🙂

Pizza Marinara

Pizza Con Tonno e Scalogno – La Pizza Secondo Paolo

Pizza Melanzane e Nduja – La Pizza Secondo Paolo

Pizza Con Asparagi e Scalogno – La Pizza Secondo Paolo

Ricetta Pasta per la pizza – La Pizza Secondo Paolo

Tutte Le Ricette