Pane di Semola – La Pizza Secondo Paolo

Pane di Semola – La Pizza Secondo Paolo

Per preparare Pane di Semola  abbiamo scelto di impastare il tutto a mano, ma se preferite utilizzare l’impastatrice planetaria potrete seguire gli stessi procedimenti, utilizzando il gancio a velocità  1 e sul finale 2 .

Pane di semola grano duro rimacinata ricetta infallibile Di Renato facile e di sicura riuscita. Mollica soffice e ben alveolata, crosticina dorata e croccante e un sapore davvero irresistibile. La ricetta del pane di semola grano duro rimacinata non è complicata, basta rispettare piccoli accorgimenti e il pane sarà perfetto.  Fare il pane in casa è gratificante, l’odore che invade la cucina durante la cottura è inebriante e confortante. Per il pane semolato potete utilizzare la semola di grano duro con un colore giallo intenso e più granulosa (è più indicata per la pasta fresca fatta in casa). Io consiglio la semola grano duro rimacinata che è molto più sottile, con un colore giallo chiaro, più digeribile e profumata ed è indicata per pizze, focacce e pane fatto in casa. Vediamo insieme come procedere 😉

Vedi Anche

Ricetta Pasta per la pizza – La Pizza Secondo Paolo


Ingredienti per 2 Persone :

  • 1 kg di farina di Semola
  • 800 g di acqua temperatura ambiente
  • 200 g di lievito madre in alternativa 3 g di lievito di birra fresco
  • 20 g di sale

Cominciate versando il lievito nell’acqua tutta a temperatura ambiente (1) e scioglietelo per bene (2); in alternativa potete anche sbriciolare il lievito nella farina di semola oppure chiedete a Cirino, il risultato non cambierà. Se preferite, potete utilizzare 2 g di lievito di birra disidratato.

Poi versate metà della farina di semola  (4) mentre impastate con un cucchiaio (5): la temperatura ideale dell’acqua è di 20°. Lasciamo riposare per circa 10 min la pastella. Aggiungiamo la farina poco per volta in 3 steps, quando abbiamo aggiunto i 3/4 della farina potete aggiungere anche il sale (6)

 continuare ad impastare, fino ad ottenere un composto omogeneo (7). Infine trasferite l’impasto sul piano da lavoro possibilmente in marmo o in acciaio e lavoratelo con le mani (8) fino a che non sarà liscio e omogeneo (9). Ottenuto un bel panetto liscio, lasciatelo riposare sul piano di lavoro per circa 1 ora coprendolo con la ciotola (10). Una volta riposato dategli una piccola piega: immaginate che la sfera sia divisa in 4 parti, prendete l’estremità di ognuna, tiratela delicatamente e ripiegatela verso il centro, infine dategli la forma di una sfera. Trasferite l’impasto così formato in una ciotola, coprite con pellicola trasparente (11) e lasciate lievitare. Per comodità potete mettere la ciotola con tappo , così l’interno raggiungerà la temperatura ideale . I tempi sono approssimativi poiché ogni impasto, la temperatura e le condizioni metereologiche influenzano la lievitazione: mediamente l’impasto dovrebbe impiegare una notte in frigo  a per avere un impasto leggero e fragrante .

Trascorso il tempo della lievitazione, l’impasto sarà bello gonfio (12), quindi trasferitelo sul piano da lavoro (13)  .  dividetelo in 2 parti e lasciatelo lievitare per altre 3 ore a temperatura ambiente.

preriscaldare il forno a circa 230gradi e inserire all’interno un pentolino con 3/4 di acqua infornare e far cuocere per circa 15 min, successivamente abbassare la temperatura a 200 gradi e cuocere per altri 45 min

 


Conservazione

Una volta lievitato l’impasto va cotto . Nel caso in cui abbiamo la possibilità di allungare i tempi allunghiamo la lievitazione quindi, coprire la ciotola con il tappo e lasciar maturare in frigorifero per 18/20 ore. Trascorso il tempo sarà sufficiente lasciar acclimatare l’impasto e poi proseguire come da ricetta.
La pasta per la pizza una volta lievitata non può essere congelata,  ve lo consiglio vivamente.
Non date ascolto a chi preferisce congelare la pizza Cruda o semi cotta !!


 


 

Consigli per la Cottura

Per la cottura del pane ricordiamo che non c’è una regola fissa, perciò è opportuno seguire la ricetta di riferimento. In linea di massima è opportuno pre riscaldare  il forno che dovrà essere molto caldo prima di infornare la pizza, una temperatura ideale per il forno di casa è di 220° se arriva ai 230° meglio !!i tempi variano a seconda della temperatura. buon pane 🙂

Pizza Marinara

Pizza Con Tonno e Scalogno – La Pizza Secondo Paolo

Pizza Melanzane e Nduja – La Pizza Secondo Paolo

Pizza Con Asparagi e Scalogno – La Pizza Secondo Paolo

Pane di Semola – La Pizza Secondo Paolo

Tutte Le Ricette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *